key
 
     
L'Autore
 
     
 

profiloGaetano Interlandi vive e lavora a Caltagirone dove svolge l’attività di Primario di Psichiatria e di Direttore del Modulo Dipartimento Salute Mentale dei Distretti sanitari di Caltagirone e Palagonia.
La psichiatria rappresenta uno degli aspetti della sua esistenza e uno tra i suoi molteplici interessi, anche se alla sua attività di psichiatra ha dedicato moltissime energie e tanto impegno.
Parlare di lui come psichiatra, della sua attività lavorativa, degli ideali e della forza messa in campo per difenderli comporterebbe un grosso impegno. Accanto a questo aspetto della sua esistenza va posto, non meno importante, quello legato alla sua figura di artista ed uomo di cultura. Egli ha coltivato e continua a coltivare la passione per la poesia e quella per la fotografia, campi nei quali investe molte delle sue energie creative.
In lui si può dire che rivive l’anima di Ulisse, il nostos è stato e forse resterà per sempre il tema dominante della sua esistenza.
Nasce a Floridia il 27.11.1949, studia a Siracusa fino alla maturità classica. Gli studi di Medicina li compirà all’Università di Catania. Nel 1975 inizia a lavorare come assistente psichiatra presso l’ospedale psichiatrico di Verona. Consegue la specializzazione prima in Neurologia presso l’Università di Padova, sezione distaccata di Verona e poi in Psichiatria all’Università di Verona.

Come Ulisse assetato di conoscenza ama viaggiare e sperimentare luoghi e genti diverse, come Ulisse agogna il ritorno in patria, la Sicilia, un desiderio forte pregnante intriso di nostalgia: il mare la giovinezza, le origini, gli amici, diventano un’unica cosa e così si impegnerà per tornare anche a prezzo di scelte penalizzanti per lui, anche a costo di sacrificare ambizioni di carriera e accademiche. Dopo una tappa di due anni a Brindisi ritorna in Sicilia, s’impegna nella Direzione del Servizio di Salute Mentale di Caltagirone, ma il cerchio non si chiude, alla lotta per la Deistituzionalizzazione della malattia mentale accosta con sempre più vigore i suoi interessi personali, la produzione letteraria, l’attività scientifica, la sperimentazione fotografica. A volte questi interessi sono disgiunti e vivono in ambiti separati, a volte confluiscono e si esprimono in opere che ricadono in più ambiti. Ne è un esempio la mostra personale di fotografia fatta al Museo di Villa Patti nel 2007, in cui vengono fotografati gli utenti del Dipartimento di Salute Mentale di Caltagirone che, insieme ad altri artisti, dipingono nel parco di Villa Giusino durante l’Estemporanea di pittura. Muove i primi passi solo da alcuni anni ma i risultati  ottenuti sono brillanti e certamente non definitivi.

 

 

Biographic profile of Gaetano Interlandi

He lives and works in Caltagirone where he is a Chief of Psychiatry and Director of the Department of Mental Health Module of the health districts of Caltagirone and Palagonia.
Psychiatric is one of aspects of his life and one of his many interests, although his work as a psychiatrist has spent a lot of energy and time commitment. To speak of him as a psychiatrist, his work, his ideals and the strength he have put in place, would involve a large commitment.
Along with this aspect of his existence should be placed, not least, one linked to his role as artist and man of culture. He has cultivated and continues to cultivate a passion for poetry and  for photography, fields in which it invests much of his creative energies.
In him we can say that relives the soul of Ulysses, the " nostos"  was and perhaps will always remain the dominant theme of his life.
Born in Florida on 1949.11.27., he studied at Syracuse until the school leaving certificate. He will make the studies  of Medicine at the University of Catania.  In 1975 he started working as an assistant psychiatrist at the psychiatric hospital in Verona. 
Follows the first specialization in Neurology at the University of Padua, sub-office  at the University of Verona  and then in psychiatry at the University of Verona.
He have thirsty for knowledge, as Ulysses loves to travel and experience different places and people, like Odysseus longs to return home, Sicily, a strong desire  imbued with nostalgia: he sea of youth, the origins, friends, become one for him and so will seek to return at the cost of disadvantageous choices for him, even if it means sacrificing academic and career ambitions.
After a stage of two years in Brindisi, he returned to Sicily and engages in the Directorate of Mental Health Service in Caltagirone, but the circle is not closed,  at the struggle for deinstitutionalization of the mental illness, he juxtapose with increasing force his personal interests, the literary production, the scientific work, the photographic experimentation.
Sometimes these interests are mutually exclusive, live in separate areas, sometimes come together and express themselves in works that

fall into more areas. One example is the exhibition of photography at the Museum of Villa Patti made in 2007, which are photographed users of Mental Health Department of Caltagirone, which together with other artists, painting in the park of Villa Giusino during Extemporaneous Painting.

He moves the first steps  only a few years but the results are brilliant and certainly not definitive.